Matter in ritardo, ma potrebbe essere un bene

Abbiamo già parlato di Matter, uno standard che include i prodotti e dispositivi delle marche più famose per prodotti Smart Home. Queste aziende hanno confermato la loro disponibilità nel rispetto di certe caratteristiche standard compatibili per i loro prodotti domotici.

Nonostante il suo annuncio di diverso tempo fa, la sua completa integrazione è ulteriormente posticipata. L’idea fu annunciata a fine del 2019 ed inizialmente prevista entro la fine del 2020. Ritardata ulteriormente negli anni successivi.

Le prime proroghe furono causate da una lavorazione più lunga e laboriosa del previsto. In questo standard universale per la Smart Home ricordiamo che sono presenti anche colossi come Google, Apple, Amazon e Samsung, fra gli altri.

Le ultime cause del ritardo sono anche le adesioni al nuovo standard di ulteriori aziende e piattaforme che hanno deciso di sottoscrivere probabilmente solo in questi ultimi periodi. L’integrazione di cosi tanti dispositivi e prodotti, che fanno parte di famiglie ed ecosistemi diversi, richiede sicuramente un tempo di valutazione aggiuntiva. Questo è necessario per studiare meglio la loro perfetta integrazione.

Matter
Dispositivi per la Smart Home

Siamo comunque sulla buona strada

Ufficialmente, secondo il protocollo Matter sono già certificati più di 130 dispositivi e su questo stanno lavorando oltre 240 aziende diverse, ma potrebbe essere un bene dedicare sforzi ulteriori, per rendere il tutto compatibile e perfettamente interconnesso tramite questo standard.

“Il lavoro in corso dipende davvero dalla qualità, dalla stabilità e dalla convalida, il che significa che stiamo raggiungendo l’obiettivo. Per la capacità di abbattere le recinzioni dell’IoT, accelerare la crescita e migliorare le esperienze per clienti e consumatori, siamo certi che un paio di mesi in più varranno l’attesa. “

Dal blog del CSA

Fra qualche mese probabilmente potremmo scegliere il dispositivo Smart che ci è più congeniale, senza tenere conto del suo ecosistema o della famiglia di appartenenza. Rimanete sintonizzati per ulteriori aggiornamenti o dettagli riguardo questo interessante standard che cambierà sicuramente il concetto di Smart Home e domotica generale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.