La prova del tempo: Apple TV

Ecco la prova del tempo con la Apple TV, dopo ben 5 anni cosa sarà cambiato effettivamente dal primo giorno di acquisto?

Eccoci di nuovo in questa particolare rubrica. La prova del tempo: Apple TV è costituita da varie riflessioni di carattere molto personale.

Sicuramente molte caratteristiche di certi prodotti che a me darebbero particolarmente fastidio, probabilmente ad altre persone potrebbero non dare molta importanza. Così come, al contrario, alcune cose che io non considero importanti, per altri potrebbero essere la cosa fondamentale.

La prova del tempo: Apple TV (2015)

Contenuto Apple TV

Era il lontano settembre del 2015 quando Apple decise di spedire i primi kit di Apple TV ad alcuni sviluppatori che ne avevano fatto richiesta tramite email.
Io fortunatamente ero fra questi. Avevo tantissimo interesse per la Apple TV e nutrivo grandissime speranze per il suo futuro.

Adesso purtroppo non posso dire la stessa cosa, poiché purtroppo Apple ha probabilmente messo in secondo piano alcuni aspetti.

Siri ? Non in Italia.

Incominciamo con la prima cosa abbastanza strana che influenzerà molto il risultato della prova. Il telecomando della Apple TV con il microfono incorporato (identico a tutti i telecomandi Apple TV nel mondo) in Italia si sarebbe chiamato semplicemente Apple TV Remote.
Questo perchè stranamente a differenza di altri paesi europei, non era disponibile Siri in italiano per Apple TV.

Apple TV

Pensavo sarebbe stata questione di mesi forse pochi anni, ero sicurissimo che tramite un aggiornamento le cose sarebbero cambiate. Purtroppo tutt’ora Siri in italiano per Apple TV non è disponibile.

Ma questo non è una delle cose fondamentali, nonostante all’epoca fu uno dei motivi di maggiore interesse.

Su Apple TV c’è un vero e proprio store, molto simile allo store di iPhone e iPad. Infatti molte applicazioni sono anche in comune. Purtroppo le applicazioni e soprattutto i giochi che potevano avere molto più di un senso sulla TV non sono presenti.

Apple TV e App Store

Non mi dilungherò tanto, ma alcuni giochi interessanti come Minecraft o Disney Infinity, presenti precedentemente, sono stati letteralmente cancellati da questa piattaforma. Per non parlare dei Final Fantasy disponibili su iPhone e iPad ma non su Apple TV.

Una cosa molto positiva è stata la compatibilità, con le ultime versioni di tvOS, dei Controller da Gaming più famosi, come per esempio il controller della Xbox One.

Anche l’introduzione di Apple Arcade ha introdotto davvero molti elementi di interesse in Apple TV, ma purtroppo, per ora, non all’altezza di soluzioni simili di Gaming da casa.

Parlando invece del servizio di film e serie TV in streaming di Apple TV, tutte le ultime Smart TV, incluso il mio recente acquisto LG 43UM7400, includono l’applicazione di Apple nell’interfaccia. Di conseguenza non ha senso acquistarla solo per questo.

Durante tutto il periodo, solo i primi anni la utilizzai con molto interesse, grazie anche al telecomando con sensori di accelerazione e i vari giochi.

Sono sicuro che sia molto utile soprattutto a chi non possiede ancora un televisore Smart, ci sono tanti lati positivi. Ma devo dire la verità, oggi probabilmente non acquisterei la Apple TV. Pur, comunque, riconoscendo le potenzialità e la grandissima scelta di applicazioni nel suo App Store.

Apple TV

Ed eccoci alla fine la nota dolente: la prova del tempo di Apple TV purtroppo non è stata pienamente superata. Apple, secondo me, deve crederci di più.

Ecco le offerte su Amazon delle varie versioni di Apple TV, in attesa di un sicuro migliore aggiornamento, magari aggiungendo la lingua Italiana, non meno importante di altre, in Siri di Apple TV.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.