iPhone 8: l’ultimo dei compatti

AppleRecensioneSmartphone

Written by:

iPhone 8

da 839€ al lancio (da 409,95€)
7.8

Confezionamento e Imballaggio

7.0/10

Materiali, Costruzione ed Ergonomia

9.0/10

Schermo

8.5/10

Software

9.0/10

Hardware

8.0/10

Fotocamera

8.0/10

Autonomia

8.0/10

Prezzo

5.0/10

Pro

  • Display Ottimo
  • Compatto ed utilizzabile con una mano
  • Impermeabile
  • Supporto alla ricarica Wireless
  • Buona Fotocamera

Contro

  • Prezzo
  • No Jack Audio
  • Alimentatore rapido e/o wireless non incluso nella confezione

Appena uscito l’iPhone 6 non volevo crederci, finita una generazione di smartphone gestibile con una sola mano, sono rimasto alquanto perplesso da questa scelta, nonostante ormai tutto il resto della concorrenza aveva adottato i vari “padelloni” (ora il minimo sindacabile per uno Smartphone) al punto che restai con il mio iPhone 5 ancora per molti anni.
Fino all’uscita, appunto, dell‘iPhone 8 : appena uscito infatti lo presi immediatamente, anche perché il mio fidato iPhone 5, nonostante la velocità ottimale e il buono stato, era vecchio anche più di due generazioni.

Nulla da ridire: processore, schermo, fotocamere erano davvero molto differenti dal mio precedente iPhone, rimasi naturalmente ultra soddisfatto, ma la mia titubanza era appunto la ‘grandezza‘.
Titubanza che si era ormai quasi attenuata dalla miriade di 4,7″ 5″ (o addirittura superiori) che ormai mi circondava da tempo.

da QUI a QUI

Quando lo presi in mano, in negozio, c’era accanto anche il fratello maggiore l‘iPhone 8 Plus e l’iPhone X.
Vi ricordate la pubblicità del dito “da qui a qui” in cui il pollice poteva raggiungere l’intero display? Con liPhone 8 si poteva ancora fare abbastanza bene, naturalmente tenuto conto la grandezza della mia mano.
Non potevo dire lo stesso con gli altri due modelli. Per me uno dei motivi fondamentali della scelta dell’8 rispetto agli altri due è stata l’ergonomia e l’uso con una sola mano.

Confezionamento e Imballaggio (7)

Scatola iPhone 8
Scatola iPhone 8

Lo spacchettamento o ‘ unpacking‘ è diventato ormai un rito per molti appassionati, e tutto è nato forse dai primi modelli di iPhone, dove anche il rumore della rimozione dell’involucro di plastica doveva avere un particolare suono, addirittura un particolare profumo.
Dalla cura per i dettagli dell’involucro allo studio della posizione degli oggetti all’interno del package, tutto è studiato per far si che l’utente finale ne tragga il meglio.
Adesso ogni prodotto tecnologico che si rispetti deve avere un degno spacchettamento, ormai forse non più per la goduria personale ma sopratutto, pubblicandole su siti tecnologici e social vari, per utenti che devono acquistare il prodotto, per farsi un’idea o semplice curiosità.

L‘iPhone 8 presenta un confezionamento minimale, per la versione Space Grey lo sfondo è grigio, con la scritta lucida nera sui lati, e sul coperchio il retro del dispositivo in rilievo, oltre le varie mele morsicate.

Sopra la classica confezionecartoncino con il classico clip per aprire il cassettino della SIM e fogliettini minimi, sotto troviamo lo smartphone, e ancora sotto i vari accessori: l’alimentatore normale con cavo Lightning , l’adattatore Lightning-Jack Audio e le classiche EarPods. Tutto in modo molto preciso ed ordinato.

Data la novità di questo modello, non pretendevo un tappetino di ricarica wireless, ma almeno l’alimentatore di ricarica rapida, purtroppo assente nella confezione.

iPhone 8

Materiali, Costruzione ed Ergonomia (9)

Davvero ottimo al tatto, compatto, costruzione eccellente ed ergonomia che raggiunge quasi la perfezione, addirittura anche la dimensione della cornice attorno al display forse ha il suo perché.
Il retro in vetro ha davvero un ottimo aspetto e un’ottima ‘presa’, ma lo trovo anche abbastanza ‘fragile‘.
Un altro aspetto che non mi ha fatto aumentare il voto è la dimensione della cornice attorno al display, nonostante la trovo comoda durante l’uso con una mano, forse il rapporto cornice/display è ancora troppo alto per essere uno smartphone del 2018.

Schermo (8,5)

I pannelli degli iPhone rimangono sempre un punto di riferimento nella loro categoria e questo display non fa eccezione.
L’iPhone 8 è dotato di uno schermo da 4,6 pollici con risoluzione 1334 x 750 pixel.
E’ un ottimo display IPS con colori vividi , un ottimo angolo di visione e una luminosità più che ottima.
Questo schermo supporta il True Tone che permette di adattare il tono del display al tipo di luce circostante. Dotato anche di 3D Touch.

retro iPhone 8

Software (9)

Per chi già conosce l‘universo Apple niente da dire: ottimizzazione , velocità e una semplicità di utilizzo ad alti livelli.
La versione, al momento della scrittura di questa recensione è iOS 12.2.
Forse l’unica pecca di questo sistema operativo è che da ormai troppi anni non è mai cambiato drasticamente dal punto di vista estetico, ma è anche uno dei punti di forza di chi ha altri dispositivi Apple e vuole sfruttare l’ottima integrazione con essi, uno dei capisaldi dell’azienda della mela morsicata.

Hardware (8)

L’architettura hardware di questo iPhone 8 è simile agli altri modelli top Apple della sua generazione: abbiamo un precessore Apple A11 Bionic a 6 core (con GPU a 3 core) e 2 GB di RAM.
Memoria interna è disponibile nei tagli da 64 a 256 GB.
LTE fino a 600 Mbps, Wi-fi ac a doppia banda, Bluetooth 5.0 e NFC per Apple Pay.

Ottima anche la resa audio del volume dei due speaker stereo : uno inferiore e uno nella capsula auricolare.

Il 3D Touch molto comodo forse poco sfruttato, mentre il Touch ID sempre veloce e preciso : non sbaglia mai un colpo.

La mancanza del Jack Audio è una pecca che però non si fa tanto sentire, grazie anche al cavo Lightning=>Jack Audio.

Fotocamera (8)

L‘iPhone 8 ha una fotocamera principale da 12MP e diaframma con apertura ƒ/1.8 e stabilizzatore ottico dell’immagine, e una Camera frontale 7MP e diaframma con apertura ƒ/2.2.

La fotocamera principale è ottima in qualsiasi contesto e produce foto di ottima qualità.
L‘HDR automatico bilancia sempre perfettamente i colori.
Nei video riesce a realizzare filmati in 4K anche a 60 fps, grazie anche al nuovo formato HEVC.

Risultati eccellenti anche nello Slow Motion, che riesce ad arrivare in Full HD fino a 240 fps.

Autonomia (8)

La batteria è di 1821 mAh, che può sembrare poca se confrontati con altri smartphone di pari livello, ma come al solito l’integrazione Apple fa miracoli e permette di superare la giornata anche con uso intenso.

L’iPhone 8 è dotato anche di ricarica Wireless, compatibile cioè con le basette e tappetini di ricarica conforme lo standard QI.
Anche dotato di ricarica rapida in grado di ricaricare l’iPhone fino al 50% della capacità della batteria in 30 minuti.
Purtroppo nella confezione è incluso solo il caricatore di base.

Prezzo (5)

Nota dolente di tutta una serie di cose positive è il prezzo, che al momento del lancio, quando lo acquistai, era di ben 839€.
Prezzo forse anche più alto dello standard che Apple ci aveva abituato.
In questo caso il prezzo poteva essere giustificato solo se arrivavate, come me, da un iPhone davvero precedente e volevate mantenere un’integrazione con i vari dispositivi Apple con uno smartphone compatto ma recente.
Forse anche giustificato dal fatto che davvero questo potrebbe essere l’ultimo ‘Compatto’ ed ergonomico ad una sola mano nell’universo Apple.

Adesso l’iPhone 8 può essere acquistato ad un prezzo decisamente inferiore, e allo stato dei fatti forse il voto sul prezzo sarebbe aumentato di qualchepunto.

Guardate le offerte su Amazon, se amate Apple e la ‘compattezza‘ fossi in voi ci farei un pensierino

iPhone 8 Su AMAZON.IT

One Reply to “iPhone 8: l’ultimo dei compatti”

  1. […] l’acquisto dell’iPhone 8 ho voluto subito affiancargli un degno tappetino di ricarica.L’occhio mi è subito caduto su […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *